Ragazzi...

BENVENUTI NEL BLOG DELLA 2^Q

Cerca nel blog...

domenica 14 novembre 2010

"Omosessualità oggi"

Postate i vostri commenti =)



16 commenti:

  1. La parola "omosessualità" significa attrazione fra due persone dello stesso sesso.
    Ciascuno di noi non può proprio ignorare il grande contributo che viene anche dato dagli omosessuali per lo sviluppo della nostra civiltà.
    Eppure ancora oggi in alcuni paesi queste persone vengono addirittura punite con delle pene. L'omofobia è la scarsa tolleranza nei confronti dell'omosessualità che può arrivare anche alla violenza fisica.
    Personalmente io sono favorevole alle coppie omosessuali di fatto ma sfavorevole alle adozioni perchè i bambini devono ricevere l'affetto del padre e della madre allo stesso modo ed avere due punti di riferimento di sesso diverso.
    Secondo me non c'è niente di cui vergognarsi ,perchè nulla di ciò che è umano è assurdo.

    RispondiElimina
  2. Più che un articolo si presenta come una breve considerazione sull'argomento...
    La prossima volta cerca di attenerti alla consegna secondo la giusta veste redazionale.

    Cristian: rivedi il titolo del post....manca una "S"

    RispondiElimina
  3. OMOSESSUALITÁ : perché una persona dovrebbe nasconderla??? Tu nasconderesti mai il tuo essere???
    Viviamo in un mondo avanzato ormai eppure alcuni argomenti come l'omosessualità, risultano ancora un tabù per la nostra società...Continuano le violenze, e gli omosessuali hanno sempre più paura. Un ennesimo, gravissimo, episodio di violenza è avvenuto nella sera di domenica 19 settembre 2010 alla festa della birra di Pignataro, in provincia di Frosinone, una coppia gay italo-inglese è stata aggredita solo perché si stava baciando. I due, trentenni e in vacanza nel paesino nel cassinate, si stavano baciando, seduti su una panca quando sono stati avvicinati da un gruppo di uomini, che li ha selvaggiamente picchiati. Gli aggressori hanno contestato a voce alta il fatto che i due italo-inglesi (uno dei due è originario della zona) stessero dando uno spettacolo poco edificante. Le vittime hanno riportato ferite al setto nasale e alla testa, e uno dei due è dovuto ricorrere alle cure del Pronto soccorso. Uno dei due è stato medicato con diversi punti ed ha avuto 8 giorni di prognosi, gli aggressori sono fuggiti poco dopo.“Ormai contiamo una violenza al giorno e ogni giorno le persone omosessuali diventano più spaventate di vivere in questo paese” – dichiara il presidente nazionale Arcigay Aurelio Mancuso- “Quanti giorni vogliamo ancora far passare per approvare urgentemente una legge che tuteli chiaramente le persone dagli attacchi omofonici come questo?” Ognuno può scegliere della propria vita? In ogni singola parte del mondo vi sono i buoni e i cattivi, le persone bisogna conoscerle affondo, prima di giudicarle e non bisogna guardarle con disprezzo solo perché diverse da noi. Ma i loro sogni non assomigliano tanto ai nostri? E allora cosa c'è che ci distingue?
    Forse sarà la nostra mente a dirci che sono sbagliati, che sono da evitare,soltanto perché non riusciamo ad accettare che qualcuno abbia il coraggio di rivelarsi. L'articolo è destinato al quotidiano " La Gazzetta del Sud".

    RispondiElimina
  4. Circa cinque-dieci persone su cento sono omosessuali, cioè provano attrazione per persone del proprio sesso.Questa piccola minoranza si trova ancora oggi a dover combattere i pregiudizi della gente. Eppure si è accertata da anni che l'omesessualità non è una malattia psichiatrica.
    In passato non si dava molta importanza ai gusti sessuali delle persone perchè ciò non riguardava la comunità. Oggi invece le persone provano ostilità verso donne e uomini omosessuali non provando neanche a capire che sono persone normali e che anche se ci sono differenze tra un etero e un omosessuale, in fondo siamo tutti uguali. Gli omosessuali molto spesso non vengono accettati dalle loro famiglie, discriminati sul lavoro e persino dalle leggi di molti stati, per questo ancora ai nostri giorni faticano a essere accettati.
    Io penso che un omesessuale non debba essere emarginato perchè non si può colpevolizzare un uomo o una donna per una sua scelta di vita e sono dell’idea che le coppie omosessuali abbiano il diritto di sposarsi. In fondo il matrimonio lega due persone che si amano e non significa che debbano per forza essere un uomo e una donna. Ma personalmente non sono d'accordo quando si parla di adozione diretta di bambini da parte di queste coppie, almeno non nella realtà dei nostri giorni. Tralasciando che la natura ci dice che i bambini non possono nascere da un'unione di tal genere e che non trovo giusto neanche arrivare all'adozione o alla procreazione medicalmente assistita, come farebbe un bambino a sopportare tutti i pregiudizi che non riesce neanche a sopportare un adulto? Il bambino potrebbe subire conseguenze psicologiche perchè ancora oggi gli omosessuali non sono ben accetti nella comunità. Inotre come si spiegherebbe a un bambino che a differenza di altri bambini lui ha due mamme o due papà? come riuscirebbero a inserirsi nella società dove la maggioranza ha due genitori eterosessuali? Le coppie omosessuali potrebbero dare il loro amore a un bambino con l'adozione a distanza versando una quota mensile che serve al minore per andare a scuola e mangiare. Il bambino potrà mandare ogni mese le proprie foto e disegni alle persone che lo hanno adottato e la coppia potrà avere anche la possibilità di incontrare il minore, ma solamente due volte all’anno. L'adozione a distanza, secondo me sarebbe una soluzione che potrebbe aiutare quelle coppie omosessuali che desiderano un bambino ad avvicinarsi all’idea famiglia, senza però causare disagi a un bambino.

    RispondiElimina
  5. Prof a noi in classe hanno detto che si doveva fare un commento non un articolo. L'articolo era sulla vita.

    RispondiElimina
  6. L’omosessualità- Argomento molto discusso, e vittima anche di alcuni atti di bullismo.

    L'omosessualità è l'attrazione sessuale verso persone dello stesso sesso. Nonostante persista ancora in molte società una riprovazione morale e religiosa dell'omosessualità, nei paesi più evoluti si è fatta strada un'ampia tolleranza del fenomeno; oggi molti ritengono che sia una normale espressione della propria sessualità. Ciò si deve all'azione di gruppi di sensibilizzazione attivi, soprattutto negli Stati Uniti, dal 1960. Il 26 giugno 1969 i proprietari del bar lo Stonewall Inn frequentato dalla comunità omosessuale del Greenwich Village a New York insorsero contro un raid della polizia locale, dando vita al primo Gay Pride, la giornata dell'orgoglio omosessuale. In Italia il FUORI e l'ARCIGAY hanno difeso la causa degli omosessuali, trovando riscontri in una parte non marginale della popolazione. Dal punto di vista scientifico l'omosessualità non è un vizio, non è una perversione, non è una malattia. Già nel 1973 l'APA (American Psychiatric Association) lo aveva stabilito, classificandola nel 1987 fra le varianti non patologiche della sessualità umana. Nel 1991 l'Organizzazione mondiale della sanità l'ha esclusa dalla classificazione delle malattie. Secondo di me non c’è nulla di male nell’essere omosessuali, alla fine siamo tutti uguali , di conseguenza anche loro sono dei semplicissimi esseri umani.

    RispondiElimina
  7. Ok prof! Infatti pure io ho capito così.

    RispondiElimina
  8. La parola "Omosessualità" significa attrazione per un altra persona dello stesso sesso. Circa il 60/70% della popolazione mondiale dice che è una malattia e quindi di cancellare dalla faccia della Terra le persone "affette" . L' altra percentuale, il 40/30%, dice che l omosessuale è una persone come tutte le altre e che ha gli stessi diritti delle persone "normali" . Io posso ritenermi in questa piccola percentuale. Per me l' omosessualità non è una malattia e neanche un problema, ma è solamente un' ltro tipo di mentalita. L' organizzazione internazionale per i diritti umani, Amnesty International, dice che tutti gli esseri umani sono tutti uguali, con pari diritti e nessuno deve disprezzare il prossimo, ne deve essere disprezzato... Molte di queste persone, hanno paura di mostrare il vero lato, per paura di discriminazione o di violenze varie e quindi si riservano agli occhi degli altri...Infatti per questo in alcuni paesi c'è la pena di morte per queste persone, come in Cile ,alcune parti dell'Indonesia e molte altre parti del mondo intero.

    RispondiElimina
  9. GLI OMOSESSUALI:DIVERSI DA CHI?
    L'omosessualità è un argomento che,ancora oggi fa scandalo e fa discutere nella nostra società. Molti eterosessuali vedeono nell'uomo gay un difetto sul piano sessuale che deve essere corretto.Questo porta al loro rifiuto e all'accrescere di violenze non giustificate. In passato e non solo, i gay hanno dovuto subire continue violenze non solo fisiche e dopo tanti sopprusi sono scesi in piazza a manifestare per i loro diritti; nascono i "Gay-Pride". In questa manifestazioni non mancano purtropppo, le violenze da parte di tutti,tutto questo non accadrebbe se tutti capissero che essere omosessuale non significa essere malati o altre sciocchezze simili,significa solo avere orientamenti sessuali diversi.Pechè nascondere la propria identità sentimentale se si dice che l'amore è universale? A.Einstein diceva che è più facile rompere un atomo che un pregiudizio e in questo caso non sono pochi.In altri paesi come la Spagna, i gay e i matrimoni tra di loro sono legali ma soprattutto più che compresi. Inoltre molte coppie omosessuali decidono di adottare bambini; su questo si sono aperte discussioni più delicate in quanto si ha a che fare con dei bambini e la loro crescita. Fors, i gay sono diversi solo sotto questo aspetto per il resto hanno tutto il diritto di esprimere i loro sentimenti.Con l'evoluzione della società si sperà che cambi anche il pensiero discriminatorio umano.
    Questo articolo verrà pubblicato nel "Giornale"

    RispondiElimina
  10. Molto bene Provvi! A parte un "affondo" che ti ha proprio "affondato" eh eh

    Per Giulia R., in effetti sarebbe stato meglio esercitarsi a scrivere un articolo..ma come commento manifesti chiaramente il tuo pensiero.

    RispondiElimina
  11. Per Miriana: da correggere la dizione "riprovazione morale e religiosa VERSO o NEI CONFRONTI di..." e "Secondo di me" in "Secondo me". Molto bene le fonti citate ma scarne le riflessioni critiche personali.

    Per Cristian: da correggere l'articolo indeterminativo che non porta MAI Apostrofo. Bene l'impostazione critica; mancano conclusioni ed un titolo ad effetto.

    RispondiElimina
  12. Per Giulia F.
    Bene l'impostazione redazionale e la veste critica personale, arricchita anche da citazioni.

    E gli altri commenti???
    Chi manca ancora????
    Battete un colpo????

    RispondiElimina
  13. Scusi Prof.! Comunque se cristian lo cancella io lo riscrivo

    RispondiElimina
  14. Prof può spiegarmi quale affondo mi ha affondato?? =)

    RispondiElimina
  15. Nella società in cui viviamo vi sono sempre più persone omosessuali dichiarate.Purtroppo nell'immaginario collettivo gli individui omosessuali sono tutt'ora considerati dei “diversi” da emarginare;alcune volte questa diffidenza sfocia in atti di violenza che balzano subito nelle prime pagine dei giornali.Tuttavia questo non sembra far sparire il pregiudizio di molte persone:infatti si stima che circa il 70% della popolazione sia contro gli omosessuali.
    Personalmente io mi schiero a loro favore e sono d'accordo sul diritto che reclamano in molti stati,ovvero di potersi sposare come dei liberi cittadini,però sono contrario all'adozione,poichè per un bambino l'affetto e la figura di entrambi i genitori è di fondamentale importanza.
    Pertanto penso che gli omosessuali debbano continuare a lottare per riuscire ad ottenere i loro diritti e spero che il pregiudizio nei loro confronti debba scomparire.

    RispondiElimina

Windows Media Player