Ragazzi...

BENVENUTI NEL BLOG DELLA 2^Q

Cerca nel blog...

sabato 22 gennaio 2011

Testo agomentativo 2

"Il piacere di leggere un libro"
Ricordate che è TESTO ARGOMENTATIVO...

34 commenti:

  1. Quando si legge un libro si spazia con la mente verso posti sconosciuti e inimmaginabili,dove realtà e fantasia spesso si fondono per dare vita a qualcosa di fantastico.Leggere è un'attività piacevole,in cui ci si può immedesimare nelle pagine e nel contesto del racconto;spesso quando si hanno dei momenti in una giornata in cui ci si annoia,leggere aiuta a distrarsi ed a rilassare la mente.Per molti immergersi in un racconto significa fermare il tempo ed allontanare i propri pensieri.Però non è così per tutti,infatti molti considerano leggere una perdita di tempo e una scocciatura;al giorni d'oggi tutta la tecnologia che ci circonda ha eclissato la lettura tanto da essere accantonata dalla maggior parte dei ragazzi;spesso anche quando sono costretti a leggere i ragazzi non riescono ad apprezzarne pienamente il valore ed il contenuto.Tuttavia a mio parere leggere ci permette di approfondire argomenti e di aumentare il nostro bagaglio culturale,permettendo così la nostra formazione intellettuale.Resto convinto che la lettura debba essere rivalutata,soprattutto nelle scuole,poiché leggere aiuta a rilassare e secondo me anche ad avere conoscenze più vaste.

    RispondiElimina
  2. La lettura è una vera e propria passione . Chi non è appassionato della lettura non la potrà mai apprezzare fino in fondo. La lettura ti fa viaggiare con la mente , ti fa allargare gli orizzonti della conoscenza, e ti fa provare emozioni uniche. Di contro c'è chi pensa che la lettura sia noiosa e totalmente inutile. Ma la lettura è il miglio modo per utilizzare il tempo libero, perché si imparano nuove cose divertendosi . Anche se naturalmente i videogames sono molto eccitanti e divertenti , ma infondo sono inutili . Invece una buona lettura è molto istruttiva. Ognuno può impegnare il tempo libero come si vuole , ma impegnarlo con una buona lettura, è una mossa davvero intelligente .

    RispondiElimina
  3. Leggere è sempre stato consigliato da molti; la lettura è un ottimo metodo per conoscere,imparare,comunicare e stimolare la nostra mente a pensare in modo più approfondito.
    L'amore per i libri dovrebbe nascere fin da piccoli ,infatti un bambino che legge riesce a relazionarsi meglio e avere maggior fantasia.Al giorno d'oggi non si capisce
    molto la sua importanza ma c'è chi sostiene che leggere è fondamentale per:
    -Arricchire il proprio linguaggio,la propria cultura;
    -Capire che la lettura è un forte valore empatico;
    -Comprendere fin da subito il concetto di bene e male.(attraverso le favole).
    Leggendo si imparano parole nuove,pensieri diversi che senza accorgersene arricchiscono le nostre capacità di linguaggio, infatti i libri consentono una competenza di "qualità" superiore di tipo linguistico e cognitivo spendibile anche nel proprio futuro individuale.Ecco perchè si ritiene che la lettura è un potente strumento di alfabetizzazione e un'attività da incoraggiare.
    Chi legge ha un rapporto empatico con il libro e con il testo;il lettore si immedesima nella storia o nelle vicende dei personaggi paragonando vero-similmente la sua vita a quella dei protagonisti. Inoltre la lettura deve essere soprattutto nei bambini,un elemento per distinguere il bene dal male attraverso le favole(Protagonista-Antagonista).
    Sull'altro fronte troviamo chi non considera la lettura un piacere,anzi ne può benissimo fare a meno poichè non la considera importante.I motivi che portano a pensieri di questo tipo,avvengono perchè:
    -Molte persone preferiscono avere "un rapporto" con il computer o con la televisione piuttosto che leggere un buon libro;
    -Le parole complesse,la mancata presenza di immagini rendono la lettura un'attività noiosa;
    -Alcuni libri sono ritenuti poco interessanti a seconda dell'argomento di cui si tratta.
    Le nuove tecnologie hanno decisamente allontanato il contatto con i libri, perchè sono considerate un modo più rapido e completo per eventuali ricerche. La difficoltà del lessico può rendere la lettura non scorrevole, quindi porta ad avere "problemi" a capire i concetti espressi dall'autore.Inoltre è chiaro che un libro di letteratura può essere meno interessante di un fumetto o altro,per questo motivo i ragazzi evitano il confronto con la lettura.
    In questi anni però,si è giustamente sottolineato che il rapporto con il libro e la lettura deve essere fonte di piacere,per poterla promuovere anche tra le attività dei ragazzi ma anche adulti,con lo scopo di migliorare la loro crescita socio-culturale.Ecco perchè la lettura dei libri non va ignorata, ma coltivata fin dagli anni dell'infanzia.

    RispondiElimina
  4. giuseppeschilleci23 gennaio 2011 08:33

    I dati sulla lettura in Italia sono allarmanti. Una recente ricerca ci dice che il 62% degli italiani non legge nemmeno un libro all'anno. Oggigiorno, questi ultimi la ridimensionano molto e considerano leggere un libro una perdita di tempo. La lettura arricchisce il nostro modo di parlare migliorando ad esprimerci, ci insegna ad usare altre terminologie. Non è un caso se molti professori per migliorare l’esposizione del dialogo consigliano ai studenti di leggere molto. Inoltre tiene in allenamento il cervello migliorando la memoria, perfeziona l’essere umano rendendoci più creativi, consapevoli e coscienti. A mio parere, il più bel lato positivo della lettura, è il potere di far navigare la mente, facendoci immergere in nuovi mondi ricchi di intrighi e misteri. Contrariamente a quanto detto poc’anzi, la lettura ha anche degli aspetti negativi. Nel momento in cui leggi non ti accorgi più cosa accade intorno a te, come se il tempo si fermasse e tu diventassi parte integrante del libro. Al di la di questo, per molti giovani può essere considerata un peso. Soprattutto perché vengono letti quasi esclusivamente per ordine dei professori e il fatto che si abbia una scadenza e anche il lavoro scritto da eseguire va ad aggiungersi allo scoglio enorme della lunghezza dei testi. Nonostante ciò, a mio parere, la lettura è il miglior strumento per incrementare il bagaglio culturale dei giovani e per far viaggiare la mente. Pertanto considero la lettura “magia”.

    RispondiElimina
  5. Ormai con i mezzi di comunicazione che sono e diventeranno sempre più diretti la lettura aiuta a comprendere meglio,a leggere "tra le righe", a interpretare i testi, a non farci abbindolare da politici,giornalisti e da tutti gli uomini saturi di potere che purtroppo invadono il nostro paese.
    La lettura è diventata un' attività non più in voga e i Lettori sono sempre più rari.
    Ma le cause di questo avvenimento si possono accostare solo ai mezzi di comunicazione di massa quali internet o tv ?
    Molti considerano il leggere una perdita di tempo.
    Preferiscono guardare la televisione,giocare con le console o perchè no andare a giocare a calcio con gli amici.
    Ma come gli si può dare torto;leggere è difficile,molto più difficile di sentire,ma sentire non è come ascoltare.
    sappiamo ascoltare,ma non lo facciamo;sappiamo parlare,ma l'omertà regna sovrana;abbiamo gli occhi,ma la vista è annebbiata.
    Probabilmente un' altra causa è il tempo.
    c'è sempre meno tempo per prendersi un minuto, sedersi sul divano prendere in mano un bel libro e rifugiarsi.
    da chi? da cosa ?
    Da se stessi!
    Non c'e niente di meglio di un libro per diventare un'altra persona,cambiare aspetto cambiare palcoscenico,cambiare vita.
    Non c'e niente di meglio di un libro per addestrare la fantasia che per alcuni non è mai stata usata.
    Non c'è niente di meglio di un libro per togliere i tappi alle orecchie e soffiare via la nebbia.

    PS:spero che abbiate capito cosa voglio dire, mi sono allacciato al discorso di qualche giorno fa a scuola!!!

    RispondiElimina
  6. TESTO ARGOMENTATIVO SU: IL PIACERE DELLA LETTURA
    Scaletta:
    1.introduzione: breve introduzione all'argomento
    2.tesi:leggere un libro è piacevole perchè,è un momento della giornata rilassante che ogni persona deovrebbe prendersi per scarocare un pò di tensione, è un modo accrescere il proprio bagaglio culturale, è una valida alternativa alla televisione spesso nociva nella formazione dei ragazzi.
    3.antitesi: leggere libri non è necessario perchè, richiede un investimento di tempo che non tutti hanno o che sarebbe meglio utilizzare in altri modi,non è una cosa gradita a tutti,richiede un investimento di denaro se pur irrilevante per acquistare i libri.
    4.confutazione dell'antitesi:leggere libri è piacevole è necesserario nella formazione di bambini e ragazzi.
    5.conclusione:breve sintesi dell'argomento
    TEMA
    Leggere un libro cosa gradida a molti, perchè ritenuta piacevole e rilassante per vari motivi e ritenuta necessaria per la formazione di bambini e ragazzi,perchè è un momento della giornata in cui le persone possono staccare la spina e rilassarsi, anche perchè dopo una giornata di lavoro o scuola è un momento in cui non si pensa a problemi,compiti e impegni e si riescono a scaricare le tensioni.Inoltre, è modo per crescere anche dal punto di vista culturale,ampliando i propri orizzonti culturali e svolgendo un ruolo fondamentale per la formazione dei ragazzi.Infine, si contrappone alla televisione,che si rivela nociva nella formazione dei giovani , mandando giorno per giorno della "tv spazzatura",che pian piano imporisce gli orizzonti culturali dei ragazzi problema che non si pone con i libri.Anche se dobbiamo dire che, leggere libri neccessita di un investimento di tempo,che non tutti hanno a disposizione a causa degli impegni familiari e lavorativi,e ,inoltre,la lettura sottrae tempo che potrebbe essere utilizzato diversamente come per stare insieme a cari o amici.Dopo,la lettura non è un piacere condiviso da tutti, perchè per alcuni risulta noiosa o faticosa e di conseguenza non può essere apprezzata al meglio.Infine, la lettura necessita di un supporto economico minimo ma che potrebbe essere usato diversamente, come andare a cena fuori con amici o altro, quindi la lettura non è piacevole.Questo è vero,ma non c'è alleato migliore della lettura, per quanto riguarda la formazione dei ragazzi , il rilassamento dopo una giornata difficile e la guerra contro l'appiattimento culturale, quindi, la lettura oltre che a essere un piacere è anche un sano mezzo per la formazione dei ragazzi.In sintesi,la lettura anche se è un mezzo non gradito a tutti resta sempre il miglior modo per rilassarsi,per ampliare i propri orizzonti culturali e per la formazione dei ragazzi,quindi leggere è piacevole e sano.

    RispondiElimina
  7. leggere è importantissimo per ognuno di noi.
    Non ci sono distinzioni, maschi femmine, grandi e piccoli,tutti leggendo un libro verremo catapultati in un universo parallelo, fantastico,onirico.
    purtroppo la lettura è un'attivita disprezzata da molti,che la considerano "una perdita di tempo".
    In effetti perche leggere un libro se dopo ne fanno il film?
    Tutto il giorno sono a lavoro o a scuola e quando torno a casa mi rilasso guardando programmi demenziali alle televisione,o talent show che sono un pessimo esempio per i bambini.
    Il problema è proprio questo.
    guardando il film tratto da un libro non lasci mai spazio alla fantasia che viene rinchiusa in gabbia.
    Leggere i libri è necessario per la crescita dei bambini che hanno abbandonato la lettura per dedicarsi a cartoni scurrili o a programmi inadatti.
    La lettura è necessaria per la conoscenza di nuovi vocaboli o per una maggiore facoltà di interpretazione del testo.
    Vi è una vastissima tipologia di libri,si devono solo capire i propri gusti.
    La lettura è necessaria,è una specie di mappa.
    qual è il tesoro?
    La chiave della gabbia!

    PS: W l'articolo di giornale 4 ever XD io sono sempre alla ricerca del finale a effetto XD

    RispondiElimina
  8. La lettura di un libro è qualcosa di indescrivibile che coinvolge la nostra mente in un mondo perfetto, totalmente diverso da quello che viviamo. Leggere vuol dire evadere dai pensieri giornalieri e rilassarsi; aprire un libro significa chiudere la porta ai pensieri tristi o ai problemi ed immergersi in un mondo dove tutto è possibile, dove l’immaginazione regna assoluta. Molte volte i libri ci plasmano, cambiando la nostra visione di alcuni argomenti in meglio, magari in passato, alcuni argomenti non ci interessavano oppure li vedevamo in modo diverso.
    Ogni libro ci trasmette il suo messaggio pieno di verità, che definisce in poche parole il concetto di mondo odierno.
    E’ anche vero che vedendo un film, tratto da un libro, si risparmia tempo, ma non saremo coinvolti come nel leggerlo; infatti, parecchie volte, non si apprezzano i film realizzati da libri, poiché omettendo alcune parti e includendone altre, spesso non si riconosce nemmeno la trama.
    Quindi, secondo me, leggendo un libro stimoliamo l’immaginazione, cosa che non accade vedendo un film.
    E come disse Camilla Cederna: “La gente, drogata dal telecomando, legge molto meno; mentre leggere è vivere e chi non legge più, è colto da asfissia morale”.

    RispondiElimina
  9. La lettura è sempre stata fondamentale per l’uomo, poiché gli ha permesso di svilupparsi e di evolversi. Grazie ai libri possiamo crescere culturalmente, divertirci e volare con la fantasia, vivere ed esplorare luoghi immaginari dove tutto è perfetto e colorato. Purtroppo oggi per molti, soprattutto per i giovani con l’avvento dell’informatizzazione e della tv, la lettura è diventata non un piacere ma bensì un obbligo… Leggere produce ricchezza e dunque progresso. Nella società d’oggi, dove l’informazione e la comunicazione rivestono un ruolo strategico, in cui la conoscenza richiede un continuo aggiornamento, in cui le scoperte della scienza e della tecnologia rivoluzionano di continuo le nostre esistenze e le nostre abitudini, leggere ed aggiornarsi diventa quasi fondamentale. Forse molte persone non si appassionano alla lettura perché devono ancora trovare il genere che più li aggrada.
    Credo che sia proprio la scuola a far nascere il concetto sbagliato sulla lettura. Uno studente collega "libri = studio" e per tutta la vita vi farà quest'associazione (sbagliando). In fondo la lettura è un modo ingegnoso per evitare di pensare.
    In conclusione, la capacità di leggere è una delle qualità più preziose che possediamo, permettendo di arricchire il nostro bagaglio culturale . Ci sarà sempre qualcuno che coltiverà l'amore per i libri, poiché è un sentimento unico, insostituibile, e che spesso ci permette di "scappare" anche se solo per qualche ora, dal mondo che ci circonda, e che spesso vorremmo cambiare.

    RispondiElimina
  10. “Il piacere di leggere un libro”
    Leggendo molti libri si amplia la propria conoscenza e si imparano anche nuove terminologie. Ma alcune persone trovano che la lettura sia noiosa e una perdita di tempo poiché lo scrittore non scrive in maniera fluida e di conseguenza non cattura l’attenzione del lettore. Anche se può capitare di non trovare un libro abbastanza coinvolgente o dalla lettura fluida questo non vuol dire che leggere sia una perdita di tempo. Perché ci sono molti altri libri che hanno delle storie molto interessanti e che riescono a fare immedesimare il lettore nel racconto. Qualsiasi libro ci comunica un messaggio, una morale, un insegnamento. Quindi ribadisco l’importanza della lettura poiché amplia le nostre conoscenze ed arricchisce il nostro sapere.

    RispondiElimina
  11. Un libro dovrebbe essere un viaggio in un mondo sconosciuto che fa sognare,una via di fuga dalla realtà.
    -Leggere permette di conoscere,crescere e serve a stimolare la nostra fantasia,a sviluppare nuovi saperi e nuove idee. Ci permette di viaggiare senza spostarci fisicamente in nuovi luoghi esistenti o surreali.
    -Leggendo si sviluppa una capacità critica,di opinione anche sull'autore che ci pone di fronte a delle realtà o comunque delle situazioni in cui ci immedesimiamo.
    -Se non si legge attentamente si rischia di non capire il contenuto del libro e il messaggio ce ci trasmette l'autore.
    -Se non si sceglie il genere di libro preferito si rischia la noia e quindi mettere il libro da parte.
    Leggere fa bene a tutte le età, è bello continuare a fantasticare anche da grandi,o no?
    Quindi: Spegnamo la TV e il computer e accendiamo un buon libro!!!!!

    RispondiElimina
  12. In questi anni si sta discutendo molto sul fatto che la gente, specialmente i giovani, non legge abbastanza libri; leggere è senza dubbio importantissimo e molte persone non hanno ancora capito quanto sia piacevole. Leggere un libro è un'esperienza che va ben oltre lo sfogliare pagine e far scorrere lo sguardo su migliaia e migliaia di parole; La gente dovrebbe leggere più libri per vari motivi. In primis leggere un libro permette di approfondire alcuni aspetti del mondo odierno e passato che non si conoscevano a fondo; un libro che tratta temi storici, per esempio, da la possibilità al lettore di calarsi in un contesto temporale passato in modo da comprendere gli aspetti che caratterizzavano quel determinato periodo, e che, paragonati alle caratteristiche del mondo odierno, ci permettono di riflettere sui cambiamenti che la società ha subito nel corso dei secoli.
    In secondo luogo, una buona lettura affina la capacità oratoria del lettore, il quale, apprendendo nuovi vocaboli e nuovi concetti, arricchisce il suo vocabolario riuscendo ad esprimersi con più chiarezza ed eleganza, in modo da produrre discorsi piacevoli da ascoltare per l'interlocutore. Infine, l'apprendimento di concetti importanti tramite la lettura di un libro permette di crescere come persona, rendendo il lettore più sensibile ai problemi del mondo in cui si trova.
    Nonostante le ottime ragioni per leggere, oggi molte persone, i giovani in specie, trovano poco interessante leggere, preferendo ad un buon libro altri mezzi di comunicazione, come ad esempio la televisione oppure, fenomeno che si è sviluppato negli ultimi anni, internet. Effettivamente la visione di un programma televisivo può risultare più interessante della lettura di un libro poichè coinvolge, oltre al campo visivo, anche quello uditivo, rendendo più immediato il concetto espresso dal programma stesso al telespettatore; inoltre navigare su internet o guardare la televisione è molto meno impegnativo di leggere un libro, che richiede una lettura attenta al fine di permettere la comprensione del libro stesso.
    Tuttavia leggere un libro può essere più interessante se la tipologia del libro è gradita al lettore, che può così sfruttare i vantaggi portati dalla lettura sopra citati in modo più piacevole.
    In conclusione, leggere è fondamentale per la crescita dell'individuo e, nonostante la lettura sia meno coinvolgente di altre attività, rimane comunque il miglior modo per comprendere il mondo, presente o passato.

    RispondiElimina
  13. In un’intervista, Alain Elkann ha detto: “Chi ha letto dei libri e ha il gusto della lettura certamente si trova meglio di chi non li ha letti, perché leggere libri è come laurearsi continuamente, come continuare ad andare avanti, a studiare, a conoscere, nulla ti insegna più dei libri”.
    La lettura infatti è da sempre importante.
    Leggendo si impara a spaziare il nostro modo di pensare, si arricchiscono le nostre conoscenze e si cresce come persone, perchè attraverso la lettura si può tornare indietro nel tempo e attraverso i pensieri dell'autore si possono provare le sue stesse emozioni; questo ci permette di conoscere nuovi aspetti della vita e di essere più coscenti e consapevoli della realtà che ci circonda e del passato che ci ha preceduto.
    Leggere è anche un buon modo per allontanarci dai problemi della nostra vita e per rilassarci, infatti chi legge riesce ad estrainarsi dal mondo circostante e ad entrare in nuovi mondi fantastici, magari anche impersonandosi nel protagonista e vivendo un avventura, lasciando così per alcuni momenti la sua vita quotidiana.
    Si deve dire anche che è importante leggere sin dall'infanzia. Un bambino fin dalle sue prime letture, come le fiabe, può provare emozioni, impara a distinguere il bene dal male, il buono dal cattivo, sviluppa la sua fantasia e la sua creatività e arricchisce il suo lessico.
    Oggi però sono di più le persone che non leggono che quelle che leggono.
    Un motivo per cui questo accade è la nuova tecnologia sempre più avanzata. I computer, ad esempio, sono diventati sempre più popolari e molte persone li preferiscono ad un buon libro, credendo che ricercare sul web informazioni e notizie possa compensare la conoscenza che si acquisisce leggendo. Altre persone invece si giustificano, dicendo che hanno una vita piena di impegni che non lascia molto tempo per dedicarsi alla lettura.
    Per quanto riguarda i ragazzi, al giorno d'oggi vivono sin da piccoli accanto a videogiochi, tv e computer che crescendo gli farà considerare la lettura un obbligo e non un piacere.
    Io credo che ci sia sempre un momento per leggere ma siamo noi che scegliamo di non farlo, e che i bambini non essendo più abituati fin da piccoli alla lettura, cresceranno sensa assaporare quelle piccole fiabe che crescendo sarebbero diventati libri sempre più interessanti. Inolte, la nuova tecnologia purtroppo, pur essendo molto utile non sostituirà mai i libri, che sono una fonte di conoscenza inesauribile.

    RispondiElimina
  14. In una giornata particolarmente negativa per rilassarsi ed estraniarsi dai propri problemi si sogna il proprio divano, con un copertina calda in pile leggendo un buon libro.
    Il piacere di leggere un libro consiste nel trovare un libro che tratti un argomento piacevole, un libro dove si possa trovare un personaggio dove immedesimarsi e pieno di avventura, amore, amicizia e con una morale che ci insegni molto sulla vita.
    Trovare un libro che tratti argomenti piacevoli non è molto difficile perchè qualsiasi libro ha la propria bellezza e come si dice " non bisogna giudicare un libro dalla copertina" .
    Per quanto riguarda un libro in cui si può immedesimare, anche qui non è difficile perchè in qualsiasi libro una persona ci si può immedesimare.
    Per ultimo anche nel trovare un libro pieno di avventura, amore,amicizia e che dia una morale sulla vita non è difficile basta saper conoscere i libri e capire già da subito di cosa si parla.
    A me personalmente piace molto leggere e questa passione lo scoperta di recente con precisione questa estete con la lettura del libro. Mille splendidi soli, del quale mi è rimasta impressa una frase: " NON SI POSSONO CONTARE LE LUNE CHE SPLENDONO SUI SUOI TETTI NE I MILLE SPLENDIDI SOLI CHE SI NASCONDONO DIETRO I MURI"
    Infatti proprio per questo non ci sono, a mio parere, aspetti negativi sul piacere di leggere un libri.
    Proprio perchè è molto bello e ci fa estraniare dai nostri problemi.

    RispondiElimina
  15. La lettura è molto importante a qualsiasi età ma lo è ancora di più per i ragazzi perchè li aiuta a crescere. I libri sono come gli amici : ci aiutano , ci chiariscono , ci fanno ridere o ci fanno riflettere. Chi non legge è un pò più solo degli altri , non ha "un amico libro" che gli fà sviluppare la fantasia,che lo fà viaggiare con l'immaginazione , che lo fà commuovere per le cose che gli racconta. Inoltre i libri ci danno la possibilità di imparare meglio la nostra lingua e di pensare in modo critico. Non tutti però pensano che sia piacevole leggere un libro anzi tutte le statistiche dicono che in italia si legge poco e che soprattutto i giovani non amano leggere.Essi sostengono che ormai i libri sono superati,infatti basta collegarsi ad internet per sapere tutto quello che serve . La lettura richiede troppo tempo ed è anche costoso. Inoltre molti giovani pensano che leggere un libro sia una cosa noiosa; addirittura sono quasi spaventati dal numero delle pagine. I professori insistono molto sul valore della lettura e chi non legge dovrebbe capire che la propria mente resta senza "cibo" e piano piano perde interessi e stimoli , proprio come chi non mangia perde forza. L'amico libro non può essere sostituito da nessuna tecnologia perchè non si può rinunciare al profumo della carta stampata, al rumore delle pagine che vengono sfogliate e ai colori della copertina; cioè a tutto il fascino di un BEL LIBRO.
    Andrea Varrica

    RispondiElimina
  16. scusate ragazzi ma il mio testo argomentativo perché non l'avete pubblicato??? Io l'ho caricato domenica

    RispondiElimina
  17. ragazziiiiiiiii io ho caricato il testo domenica mi spiegate perchè non c'è????

    RispondiElimina
  18. vedi che c'è provvi o.o è il nono commento!

    RispondiElimina
  19. Per Antonio O., Buon lavoro! stile essenziale ma d'effetto.

    Per Davide: troppo essenziale!!!!! sembra una scaletta senza sviluppo... Argomentiamo di più!

    Per Giulia F. buon lavoro! Ben argomentato e sviluppato con organicità.

    RispondiElimina
  20. Per Giuseppe,l'impostazione strutturale è corretta ma i passaggi tra tesi e antitesi sono molto bruschi... più organicità!

    Per Massimiliano, il tuo lavoro è molto personalizzato ma per quanto coinvolgente e ben argomentato, risente ancora strutturalmente della forma giornalistica...

    RispondiElimina
  21. Per Andrea C., la scaletta non è necessaria... la devi usare come un promemoria di lavoro ma non scrivere sul blog. Lo sviluppo è molto articolato ma poco organico, i passaggi tra tesi e antitesi sono bruschi e pieni di connettivi inadatti: "infine", "quindi" sono congiunzioni conclusive...ergo, non le puoi usare mentre stai argomentando, ok?

    Per Massimiliano, ma.... repetita non iuvant!!! cos'è o cosa vorrebbe essere il tuo secondo testo? di argomentativo non ha NULLA! lo prendo come uno sfogo personale ;O)

    RispondiElimina
  22. Per Alessadro: bene il commento personale, ma le argomentazioni a sostegno dell'antitesi e la confutazione non sono molto evidenziate.

    PEr Provvi: hai fatto delle considerazioni molto importanti e che mi hanno colpito molto, in particolare leggere fa evitare di pensare.. E' vero! A volte un buon libro ti trascina totalmente nel suo mondo ;O)

    RispondiElimina
  23. Miriana ed Alice: NON Ci siamo! Avete fatto una sintesi-scaletta (Alice) di quello che dovevate scrivere, ma senza sviluppo argomentativo!
    Date uno sguardo agli altri....

    RispondiElimina
  24. Per Antonio M. Molto bene lo sviluppo argomentativo. Poco convincente solo la confutazione che andava motivata meglio...
    Attendo a scrivere "da" anzicchè "dà" (verbo)

    Per Giulia R. un pò farraginoso come lavoro ma l'impianto strutturale è corretto.

    RispondiElimina
  25. Prof sono contenta che le sia piaciuto =D

    RispondiElimina
  26. Per Conny: attenta agli errori grammaticali ("L'ho scoperta" e non "lo scoperta"). Il tuo mini saggio è solo una tesi con argomentazioni a sostegno... e antitesi/confutazione/sintesi dove sono finite?

    RispondiElimina
  27. Provvi, stai migliorando molto in scrittura! CERTO che sono contenta!!! Ad maiora ;O)
    e questo vale per tutti...

    RispondiElimina
  28. Per Andrea V. COMPLIMENTONI!!! Bel lavoro! Condensato, completo di tutto, ben strutturato nelle scelte semantiche.. labor limae!!!
    Unica pecca: manca di argomentazioni a sostegno di tesi e antitesi...ma trattandosi d mini saggio, no PROBLEM!!!;O)

    RispondiElimina
  29. La lettura alla nostra età è molto importante. E' importante poiché ci aiuta a arricchire il lessico e appunto per questo ad esprimere un argomento chiaro, facendo capire a colui che ascolta quello che si vuole comunicare. La mia idea è che il libro è un "amico" vero e proprio, perché ci fa riflettere su quelle cose a cui non abbiamo mai pensato, riflettuto, ma soprattutto ci fa ridere piangere e anche un po’ emozionare! Il cervello di una persona che non legge, possiamo dire che è "non nutrito" di parole, di espressioni e magari, non riesce a capire quello che gli altri cercano di esporgli davanti. Beh, quindi possiamo concludere che non si può rinunciare alla lettura perché, appunto, da tutto quello che serve al nostro cervello soprattutto alla nostra età perché arricchisce il lessico ed aiuta ad esporre un argomento...

    RispondiElimina
  30. Scusi il ritardo prof. Ho avuto una settimana piena di impegni e sono tornato a casa sempre all' orario di cena e non avendo le forze x darmi al commento, mi sono ritrovato ultimo. Scusi di nuovo. :o)

    RispondiElimina
  31. Oggi i computer sono diventati così popolari che molte persone li preferiscono ad un buon libro. Per molti addirittura la lettura è considerata più un obbligo che un piacere.

    Ci sono molti tipi di persone, alcune amano la lettura e altre che non la amano. Ma una cosa è evidente: coloro che conoscono la grande gioia che proviene dalla lettura hanno vite più ricche e prospettive più ampie rispetto a chi non ama leggere.
    “Incontrare” un buon libro è come incontrare un grande insegnante.
    Leggere è un privilegio esclusivo degli esseri umani: nessun' altra creatura vivente possiede le stesse capacità.
    Attraverso la lettura possiamo venire a contatto con centinaia di migliaia di altre vite oltre che con la nostra e possiamo comunicare con saggi e filosofi che sono vissuti anche migliaia di anni fa.
    Leggere è come fare un’escursione. Si può viaggiare in ogni direzione e conoscere nuovi luoghi e nuove persone. Leggere trascende il tempo. I libri ci trasportano in altri paesi dove possiamo incontrare personaggi che possono diventare i nostri maestri di vita e che possono aiutarci a trovare le risposte ai nostri quesiti.
    C'è chi sostiene che leggere distolga la mente da i vari problemi e che a volte la troppa lettura stimoli l'immaginazione a livelli impressionanti permettendo così alla mente di creare universi dal quale non si può più scappare. Leggere però è un piacere che STIMOLA la mente e personalmente ritengo la lettura la base e il sano allenamento per il nostro cervello

    RispondiElimina
  32. Cristian, non preoccuparti per il ritardo...l'importante è ESSERCI!
    Cerca piuttosto di dedicare più tempo al laboratorio di scrittura perchè la struttura è priva di antitesi e di argomentazioni...

    Samuele, hai fatto un buon lavoro, ben argomentato nella tesi ma povero nell'antitesi. Attento al ritardo se tieni ad una valutazione al di sopra del 6...

    RispondiElimina
  33. La lattura apre il mondo della mente e da lì si creano i luoghi ed i personaggi. I libri ti aiutano a guardare meglio il mondo e a capire se gli insegnamenti che ti sono stati trasmessi sono positivi. Oggi il mumero dei ragazzi che legge è aumentato e i libri che riscontrano maggior successo sono frutto di pura fantasia. La maggior parte sono storie d'amore, legate da un elemento magico, che le rende -a volte- impossibili. Oltre a questi ci sono i libri che suscitano polemiche e quelli su impronta sorica. Leggere è proprio come vedersi un film, è come se dentro la testa venissero proiettate le immagini del libro, ma come vuoi tu. Certo, leggere potrebbe portar via del tempo ad altro: sarebbe meglio andare in palestra o uscire. Ma dopo tutto la lettura trasmette tanto, poiche ti insegna tante piccole cose, anche se oggi la gente è attratta molto di più da quella da quella piccola, ma grande scatola che è la televisione, e che con le sue rappresentazione trasmette solo quello che gli sta più comodo.

    Dicendo questo concludo con una citazione tratta dal libro THE SECRET TEACHINGS OF ALL AGES: "Vivere nel mondo senza avere la consapevolezza del suo signifecato è come vagabondare in un'immenza biblioteca senza neppure toccare un libro".

    RispondiElimina
  34. Serena, molto bene il tuo commento...peccato che è stato consegnato in ritardo! occhio alle distrazioni ortografiche: "immensa" e non "immenza"......

    RispondiElimina

Windows Media Player