Ragazzi...

BENVENUTI NEL BLOG DELLA 2^Q

Cerca nel blog...

lunedì 4 ottobre 2010

Il Papa a Palermo...


 Esprimete le vostre opinioni sulla pagina a destra

18 commenti:

  1. Sicuramente la venuta del Papa a Palermo è stato un evento molto importante.
    Giorno 3 ottobre 2010 è stata per me una giornata veramente emozionante.
    Quel giorno avevo dormito a casa di mia nonna insieme ai miei cugini. Appena mi svegliai, una volta affacciato alla finestra, vidi la PAPA MOBILE e il Papa che benediva la città. Con mio cugino siamo scesi sotto casa e in bicicletta siamo andati in giro per la città. Vidi Palermo come non l'avevo mai vista. Quel giorno la città era paragonabile alla mitica capitale d'italia :Roma, era pulita, sicura, affascinante, e soprattutto non era piena di macchine posteggiate nelle vie. Potevamo passeggiare tranquillamente , insieme a migliaia di persone, con le nostre biciclette per la città. Inoltre erano presenti molte volanti che controllavano i turisti per dar maggior sicurezza al Papa e per controllare le strade. La visita del Papa , però , ha causato molte spese circa 2,5 milioni di euro: per la cena, per la celebrazione della messa al Foro Italico, ma anche per 'incontro con i giovani al Politeama.
    Per una città problematica come la nostra, queste spese possono anche considerarsi "superflue". Molti hanno criticato la vista del Papa proprio per questa ragione. Io ,però, penso che un evento così grande possa avere contribuito anche a portare in città turismo, commercio e quindi non solo spese, ma anche entrate. In ogni caso mi è piaciuta l'atmosfera gioiosa che, una volta tanto, si respirava a Palermo. =D

    RispondiElimina
  2. Giorno 3 Ottobre 2010 il papa è venuto a Palermo,portando con sè numerose critiche dovute alle eccessive spese effettuate per accoglierlo.
    Palermo e la regione Sicilia hanno speso circa 2 milioni di euro,spesa che io ritengo assolutamente inopportuna se si prendono in considerazione i vari problemi che affliggono Palermo.
    Io non credo che la colpa sia del papa,perchè con questo suo viaggio ha onorato la nostra città con la sua presenza, ma di Palermo,che in una situazione così è riuscita a trovare i soldi necessari per preparare sontuosi banchetti e per abbellire Palermo.
    Inoltre ha riempito parte della provincia con un numero incredibile di forze dell'ordine,così tante che mi spingono a chiedermi da dove siano saltate così tante persone,dato che solitamente scarseggiano.
    Pertanto concludo con il dire che questa manifestazione,dal punto di vista religioso è da definirsi quasi memorabile perchè poche volte un papa è stato a Palermo, ma dal punto di vista organizzativo io penso che avrebbero speso molto meglio questi soldi,o parte di essi,in altri modi.

    RispondiElimina
  3. Giorno 3 Ottobre il Papa Ratzinger è sceso a Palermo per un incontro pastorale con le famiglie e i giovani della Sicilia. Però questo suo arrivo a Palermo è stato commentato con molte critiche, poichè il Comune di Palermo a speso circa 2 milioni di euro per rende la città presentabile al Papa.
    Io di questo non incolpo lui, ma il Comune. Perchè nella situazione in cui è Palermo è strano che abbiano trovato tutti questi soldi per abbellirla. Io credo anche che il Papa non sia molto coerente, poichè mentre parla di offrire qualcosa alle famiglie più povere indossa vestiti ricoperti d'oro, con cui può sfamare un intera famiglia. In conclusione dico che questa sua visita è stata molto apprezzata, ma sarebbe stata apprezzata di più se il Comune non avesse speso circa 2 milioni di euro e se i vestiti del Papa non sarebbero stati ricoperti d'oro.

    RispondiElimina
  4. L'arrivo del papa a Palermo ha scaturito polemiche ma ha contribuito l'arrivo di tanti fedeli ,curiosi, palermitani e turisti.
    Evento sicuramente memorabile ma anche molto molto costoso .
    Il comune di Palermo ha speso 2 milioni di euro per l'arrivo del papa , soldi che potevano essere investiti per migliorare DEFINITIVAMENTE la città e non per abbellirla per un giorno , il 3 ottobre .
    Andrea hai detto che non avevi mai visto Palermo così bella pulita e sicura.
    TI voglio dire che non la vedrai mai perché quella che hai visto non era Palermo , era solo una scenografia allestita ad hoc per il papa.
    Finita la recita si smonta la scena e Palermo piomba nell'arretratezza di sempre .

    RispondiElimina
  5. Almeno per un giorno Palermo si è svegliata dal letargo e dalla monotonia di ogni giorno !
    A 18 anni si scappa al nord XD!!!

    RispondiElimina
  6. la gente alla televisione ha visto Palermo bella e civile poi appena viene per visitarla dal vivo incontra inciviltà disorganizzazione sporcizia e delinquenza

    RispondiElimina
  7. La visita del papa Benedetto XVI a Palermo è stata senza dubbio un evento che ha riunito migliaia e migliaia di persone in un momento di preghiera. Le parole del papa hanno trasmesso valori importanti, come ad esempio la solidarietà, ma hanno anche dato un messaggio importante, ovvero che anche una città non priva di problemi come Palermo ha la possibilità di diventare un posto migliore.
    Da questo punto di vista la visita del pontefice in città è stata un evento di cui i Palermitani avevano bisogno, un evento che ha permesso a tutta l'Italia e non solo di vedere una Palermo diversa da quello che gli stereotipi su di noi vogliono fare credere. Ma purtroppo, almeno secondo la mia opinione, sono più gli aspetti negativi che quelli positivi di questa visita.
    2 milioni e mezzo. No, non è il numero di persone che si sono riunite al Foro Italico per assistere alla messa, bensì gli Euro spesi per organizzare il tutto. Su 2,5 € ben 500,000 a carico del comune, che li ha presi dal "fondo di riserva". Detto questo, non posso fare a meno di pensare a tutti i problemi che il comune avrebbe potuto risolvere con quei soldi, problemi quali l'immondizia che si accumula indecorosamente per le trade di Palermo, eccezion fatta,ovviamente, per la zona del Foro Italico abbellita in occasione dell'evento. Quello dell'immondizia è però uno dei tanti problemi che affliggono la nostra città, e che avrebbero necessitato di fondi per essere risolti, fondi che la città sembra non avere mai a disposizione ma che poi, come si è visto, sono stati tirati fuori senza pensarci due volte per accogliere il papa. La prossima volta che sentirò dire al TG che la città è a corto di fondi e che non può rimediare agli innumerevoli problemi che la tormentano, non potrò fare a meno di pensare a cosa avrebbe potuto fare il comune risparmiando quei soldi.

    RispondiElimina
  8. Giorno 3 ottobre 2010 è venuto a farci visita la più importante persona del mondo cattolico, Papa Benedetto XVI.
    Da questa visita si possono estrapolare dei pro e dei contro.
    Iniziando dalle note positive dell’evento c’è da sottolineare l’organizzazione, non avevo mai visto così pulito il centro di Palermo. Quel giorno era come se fosse un’altra Palermo, ben diversa da quella che noi oggi conosciamo, dove si avvertiva una grande armonia ed un’ enorme fratellanza tra i cittadini. Da qui iniziano i “contro” perché proprio analizzando gli aspetti positivi vengono fuori quelli negativi: mi chiedo come mai nella vita quotidiana non si riscontra tutto ciò? Perché dopo la sua visita, è ritornata la “solita” Palermo, piena di rifiuti, disprezzo fra la gran parte dei cittadini e tutti i lati negativi che noi conosciamo?
    A mio parere sarebbe doveroso che tutti i palermitani, me compreso, facessimo una profonda analisi di coscienza per tirar fuori dal degrado questa splendida città, non solo per i grandi avvenimenti ma nella vita di tutti i giorni.

    RispondiElimina
  9. p.s.: probabilmente io non sarò in classe quando leggerete il mio testo, quindi ciao a tutti e buon proseguimento delle lezioni ;)

    RispondiElimina
  10. Giorno 3 Ottobre Benedetto XVI per la prima volta ha visitato Palermo. Più di centomila fedeli hanno partecipato alla celebrazione della messa al Foro Italico Umberto I e più di 20mila i giovani presenti il pomeriggio a Piazza Politeama nell’appuntamento che il Santo Padre aveva loro riservato. Io non sono potuta essere presente a nessuno dei due appuntamenti, ma alcuni amici mi hanno riferito che è stato bellissimo.
    Il giorno seguente infatti, non si parlava d’altro che del Santo Padre, delle emozioni che ha trasmesso e del discorso riferitosi alla mafia. Ma oltre i vari complimenti, vi sono state tantissime lamentele per le spese sostenute; lamentele al mio parere fondate, poiché dal mio punto di vista, per una città con tanti problemi come Palermo, i 2,5 milioni di euro, sarebbero potuti servire per migliorare le condizioni della città.

    RispondiElimina
  11. A mio parere, la visita del Papa, è stata molto emozionante essedo la prima volta che lo vedo molto piu ravvicinato, e non solo, ho visto per la mia prima volta Palermo paragonabile a una grande città: pulita, ordinata, bella... Purtroppo però il signor Cammarata mostra le sue abilità da sindaco solo in queste occasione: invece non dovrebbe essere così ... Secondo me Il Sindaco dovrebbe essere piu presente nella nostra città ma soprattutto dovrebbe agire di più.E poi invece di andare a spendere 3 milioni di euro solo per un giorno , perchè non li spende per tutti i lavori della citta che si "dovrebbero" fare ?? Le piste ciclabili, il problema dei rifiuti, dei pali delle lampadine!!

    RispondiElimina
  12. la prof non li ha letti più :-(

    RispondiElimina
  13. Scusate per il ritardo...
    ma sapete che gli impegni istituzionali non mancano mai!!!
    Allora, intanto complimenti a tutti per i messaggi scritti (errori di italiano a parte..che vedremo in classe) che dimostrano che la capacità argomentativa non vi manca! Alcuni hanno trovato anche una forma espressiva sintetica ed efficace, che sono i due requisiti FONDAMENTALI di un buon articolo!!
    Evitate la prima persona e cercate frasi ad effetto (vedi Massimiliano.... in conclusione è stato GRANDIOSO!). Ricordatevi che un buon articolo è frutto di "labor limae" ;O)
    Affilate lo stilo per lunedì con "SARA".. niente articolo di cornaca ma di commento!!!
    buona domenica a tutti

    RispondiElimina
  14. Dopo molti anni il Papa fa visita al capoluogo della Sicilia.

    IL PAPA A PALERMO.

    Spesi 2 milioni e mezzo di euro per la venuta del pontefice.


    Polemizzata dai cittadini la venuta del Papa a Palermo per lo sforzo economico in occasione della sua grande presenza.
    2 milioni e mezzo di euro sono stati spesi per rendere Palermo perfetta solo per "circa 10 ore di apparizione del pontefice in città". Tra le spese possiamo mettere in evidenza: gli 800 mila euro per il palco allestito al Foro Italico, i 2 mila euro per le transenne collocate per il percorso papale di circa 20 km, per non parlare anche dei soldi spesi per: l'acquisto di bandierine dello stato pontificio, maxischermi e l'impianto audio-visivo e tanto altro.
    Inoltre la popolazione ha molto contestato il divieto della libertà di pensiero, dimostrato dalla polizia con il sequestro di alcuni striscioni ritenuti offensivi per il Papa. Uno di questi è quello con scritto sopra un passo del vangelo di Matteo "la mia casa è casa di preghiera ma voi ne avete fatto una spelonca di ladri", che è stato tolto dai vigili del fuoco con la violazione di domicilio.
    La maggior parte dei cittadini palermitani, comunque, dichiara di non essere contro la manifestazione in se, ma di contestare il fatto che l'evento non avrebbe dovuto essere finanziato con i soldi prelevati dalle casse pubbliche vhe invece potevano essere utilizzati per scopi di maggiore importanza.

    RispondiElimina
  15. IL PAPA A PALERMO 03.10.2010 il Papa Benedetto XVI visita palermo. Strade chiuse, fede, meno 2,5 mln di euro dalle casse della regione.

    Giorno 03.10.2010 grande è l'euforia per la visita di Benedetto XVI, ma mentre la città si prepara alla visita del Pontefice c'è chi si lamenta per l'eccesiva quantità di denaro spesa dalla regione per organizzare l'evento.Il programma è il seguente ore 9.15 arrivo all'aereoporto Falcone-Borsellino,alle ore 10.00 il Papa raggingera il Foro Italico dove riceverà il saluto di benvenuto dal sindaco di Palermo e dall'Arcivescovo monsignor Paolo Romeo.Dopo l'Angelus il Papa si trasferirà in Episcopio per un pranzo privato con i vescovi.Alle 17.00 il Santo Padre incontrerà nella cattedrale di Palermo , i Presbiteri,i Diaconi, i Membri della Vita Consacrata e i Seminaristi. In fine, in piazza Politeama alle ore 18.00 l'incontro con i giovani concluderà la giornara del Papa a Palermo dove il Pontefice dirà:<>. Con queste dure parole Benedetto XVI si è rivolto hai giovani siciliani a Palermo , nell'ultimo appuntamento della sua visita apostolica a Palermo. Ma oltre alla fede, i disagi per quelle persone impossibilitate a muoversi in auto dalle 6:30 alle 22:00 poichè residenti in zone in cui la papamobile avrebbe dovuto muorsi e un bilancio che vede 2,5 mln di euro che sono stati spesi per l'organizzazione di questo evento anzichè per provvedere alla formazione di nuovi posti di lavoro. In sintesi la giornata del 03.09.2010 è stata una giornata di fede da una parte , ma di disagi e malcontenti dall'altra ma che ci ha trasmesso un sacco di emozioni positive.

    Andrea Ceraulo 2^Q
    Le fonti: La republica.it , Il sole 24ore.it

    RispondiElimina
  16. 3 Ottobre 2010: Palermo versione "Zio Paperone"

    La domanda che molta gente si pone al momento vede protagonista Palermo. è d'obbligo interrogarsi sulle reali possibilità economiche della città visto che all'arrivo di sua santità, sgomberate le strade dai mendicanti, Palermo è divenuta magicamente uno splendore. Strade stranamente pulite, l'"illustrissimo" Foro Italico trasformato in un meraviglioso parco ricreativo. E questo e solo il minimo di ciò che ha fatto il comune per rendere presentabile la città.
    Piccolo problema: Palermo è quella che si è vista in tv?
    Passegiando per le vie della città si può benissimo constatare quanto ciò che milioni di persone hanno visto è soltanto il lato falso di un antico "borgo marinaro".
    Da 2 anni la zona di Mondello è ricoperta da liquami e gente del posto ironicamente ha fatto riferimento ad Atlantis. In effetti durante il periodo invernale "l'efficacentissimo" sistema fognario della città accusa qualche "piccolo" problema. E l'acqua che si riversa sulle strade raggiunge livelli impensabili. Ma il comune come mai è riuscito a mutare in 2 mesi l'aspetto del centro storico e in 2 anni non ha aggiustato il sistema fognario?
    Trovate da soli la semplice rispota a questa domanda.
    Per i palermitani è stata una grande occasione. La comunità di fedeli, presente in grande numero in Sicilia, ha accolto calorosamente l'arrivo di papa Benedetto XVI. Cammarata ha definito personalmente un momento splendido per la città ma sbaglio o dovrebbe essere il primo a sapere che Palermo piange?.

    Samuele D'Amico

    RispondiElimina

Windows Media Player